Flo

"Ad ogni femmina un merito"

Vincitore

Musicultura

XXVI Ed. - 2015

Il commento di Musicultura

La domanda del titolo trova nella canzone un ventaglio di risposte inattese, lontane dall’enfasi quanto lo sono l’ironia e il disincanto.

Il testo

Rimane del treno
la nube di polvere e fumo
e il sottile rimpianto di non riuscire a partire mai

E del temporale
pozzanghere nere
e attesa di tempi clementi per piedi scalzi

Giocare ad andare alla guerra
la guerra è venuta da te
che qui la divisa è l’unico impiego che c’è
Giocare a vendere amore
seppure l’amore non c’è
che qui vendere amore è l’unico impiego che c’è

Il timpano della banda, la processione che già avanza
il comitato della festa anche quest’anno va in difficoltà
Non ci porterà il gorilla
la donna tagliata a metà
Il circo quest’anno non passa di qua

Sante parole e ride di me
mia madre dice “figlia mia,
ma quanti sogni hai?
Che per i sogni non c’è tempo
è poco e non ci basta mai
come il denaro, come l’amore”

Sante parole, “figlia mia, so quel che dico
a ogni femmin ‘o signore ce fece nu marito,
non perdere tempo con la libertà che a rosa s’ appassisce in fretta
come un giorno di festa”

Domeniche d’abito buono
campane stonate e lenzuola di lino
Le donne vestite di bianco lungo la navata del loro destino

Il ciondolo annegò nel pozzo
quando dicesti vado via
Ma quante volte avrai pensato
“Ah se tornassi indietro”

Giocare a servire la messa
il santo non venne da te
che in fondo servire la messa è l’unico impiego che c’è

Cresce la marcia della banda, la processione che già avanza
il vescovo consegna al sindaco le chiavi d’oro della città
La giunta sfoggia il sorriso migliore
e tutti ad applaudire il tricolore
Il circo quest’anno è passato di qua

Sante parole e ride di me
mia madre dice “figlia mia
ma quanti sogni hai?
Che per i sogni non c’è tempo
è poco e non ci basta mai
come il denaro, come l’amore”
Sante parole, “figlia mia, so quel che dico
a ogni femmin ‘o signore ce fece nu marito
non perdere tempo con la libertà che a rosa s’appassisce in fretta
come un giorno di festa”

La vita dura come un lampo
e presto te ne accorgerai
Come l’estate, come l’amore
Sante parole, “figlia mia, so quel che dico
a ogni femmin ‘o signore ce fece nu marito
non perdere tempo con la libertà che a rosa s’appassisce in fretta
come un giorno di festa”

L’esibizione allo Sferisterio