Claudia Fofi

"Chiusa in un ferreo reggiseno"

Vincitore

Premio Città di Recanati

XIV Ed. - 2003

Il testo

Chiusa in un ferreo reggiseno
la gente mi accusa di esser permalosa
ma guardiamoci attorno
che c’è di più porno
di uno che crepa di fame?
Gli vengono i crampi
le allucinazioni
gli cadono pure i coglioni
immagino, immagino la fila
coda nera e mani tese
infilate nelle prese di riso
oppure, il dormiveglia nella metropolitana
l’ultima, è una luce strana
una luce di bivacco e di puttana
chiuso in un ferreo comizio
il potere perde il pelo e non il vizio
di essere com’è, com’è, com’è
e lo chiedete a me?
Boh, e io che ne so!
Chiusa in un ferreo reggiseno
la gente mi accusa di essere permalosa
ma guardiamoci intorno
che c’è di più porno
di uno che crepa di fame?
Chiusa in un ferreo reggipetto
la gente mi accusa di chiudermi nel ghetto…
Magari hanno pure ragione
e io sto dalla parte del torto
ma difendo ogni sognatore
che continua a sperare
senza mezze parole
in un mondo migliore