Alberto De Luca

"De André"

Finalista

Musicultura

XXXI Ed. - 2020

Il testo

Ma se un giorno verrai a prendermi tra i guai
mi metterai De André e spegnerai il wi-fi
il tempo è un’illusione non c’è stato mai
così forse domani io mi innamorai
se voglio quella cosa che nessuno ha
devo fare qualcosa che nessuno fa
e spingermi in dei luoghi che nessuno sa
mi costruirò da solo le ali e l’anima

Voglio più volume dentro le mie beats
che il passo mio stanotte bruci il marciapiede
solo Dio lo sa cosa ci faccio qui
preso da qualche cosa che l’occhio non vede
ora seziono un’emozione e creo una nuova scienza
e ho giurato amore a stelle a luce a intermittenza
il cuore mio non è oggetto di concorrenza
nella mia testa c’è una priorità diversa
l’animo chiuso nel torace si sente in prigione
la mente spacca il cranio e vola come un aquilone
nel mezzo di un’estate che è senza stagione
dipingerò un tuono ma con le parole

Ma se un giorno verrai a prendermi tra i guai
mi metterai De André e spegnerai il wi-fi
il tempo è un’illusione non c’è stato mai
così forse domani io mi innamorai
se voglio quella cosa che nessuno ha
devo fare qualcosa che nessuno fa
e spingermi in dei luoghi che nessuno sa
mi costruirò da solo le ali e l’anima

L’aereo graffia questo cielo e il vento la mia pelle
dentro mi porto guerre, mi prendono a sberle
non fa di me un ribelle l’essere un ribelle
perché anche in pieno giorno splendono le stelle
il cuore è un drago e mangia tutto e non è mai digiuno
il suo ruggito nella notte troverà qualcuno
e brucerà ogni freddo presto ne sono sicuro
ma questo nessuno lo sa e infatti sono nessuno

Ma se un giorno verrai a prendermi tra i guai
mi metterai De André e spegnerai il wi-fi
il tempo è un’illusione non c’è stato mai
così forse domani io mi innamorai
se voglio quella cosa che nessuno ha
devo fare qualcosa che nessuno fa
e spingermi in dei luoghi che nessuno sa
mi costruirò da solo le ali e l’anima

di tutta questa foga io rimango senza
perché dopo la lotta resta la dolcezza