Francesca Romana Perrotta

"Il tuo nome e il veleno"

Vincitore

Musicultura

XXI Ed. - 2010

Il commento di Musicultura

L’impatto emotivo e professionale dell’artista ci regala una melodia ed immagini che coinvolgono.

Il testo

Guardo lontano oltre il vetro che mi divide dal vento
Sporco di luna, sulla finestra
Conchiglia sedotta dal mare in tempesta
Sto diventando un riflesso d’argento
Mentre respiro il momento
Mentre respiro per te soltanto
Piove, sulle mie guance rosse d’amore
Piove, sulle mie paure e le tue parole
Piove, mentre il tuo fumo consuma la stanza
Piove, sul tuo ineffabile nome.
Spalle allo specchio e il profilo che il chiaroscuro concede
Ma tu cerchi il fianco che l’occhio non vede
Prendi l ‘ossigeno dalla mia bocca
Cade una goccia ritorni più lento
Mentre trattengo il momento
Mentre io tremo per te soltanto
Piove, sulle mie guance rosse d’amore
Piove, dentro tutte le nostre vene
Piove, mentre il tuo profumo inonda la stanza
Piove, sul tuo ineffabile nome
Perché il tuo nome è un veleno
Stringe la gola e fa male
Il tuo nome è un veleno
Che prima o poi fa morire
Come il liquore malato in cui ti piace ti piace annegare
Come il liquore malato in cui ti piace ti piace annegare

Piove, sulle mie guance rosse d’amore
Piove, dentro tutte le nostre vene
Piove, mentre il tuo fumo inonda la stanza
Piove, sul tuo ineffabile nome