Antonella D’Anna

"In fondo alla strada"

Vincitore

Premio Città di Recanati

VI Ed. - 1995

Il testo

Proprio in fondo alla strada
ho un amico che aspetta
che trascorrano i freddi del temporale
ed io torni a cantare dentro i suoi occhi
e a raccogliere il tempo dei nostri passi

Proprio in fondo alla strada
ho mia madre al balcone
con lo sguardo alla curva di un mio sorriso
aspettando il rumore del mio passaggio
in un battito denso attraverso il viso

Proprio in fondo alla strada
ho ricordi da fare
da non essere sola da non mancare
all’invito di un figlio a cui insegnare
anche se questo figlio è ancora da fare

Proprio in fondo alla strada
ho un ritaglio di viole
ho un colore di pioggia d’alta stagione
e un indugio di sole dell’imbrunire
e un ritorno di vento a metà del cuore

Proprio in fondo alla strada
ho una coppia di baci
che si sono perduti e ritorneranno
in un segno diverso sulla mia mano
a una sosta improvvisa del mio destino

Proprio in fondo alla strada
ho una musica nuova
ho parole taciute da barattare
con silenzi gridati da cancellare
e un’attesa di pace per riposare