Sandy Müller

"La grande stella"

Vincitore

Musicultura

XIX Ed. - 2008

Il commento di Musicultura

Quando si dice una raffinata e disinvolta performance tra intrecci armonici ed abilità vocali che la impreziosiscono.

Il testo

Per realizzare il mio desiderio ho bisogno dell’aiuto di una stella cadente
una grande stella cadente
cha abbia viaggiato talmente tanto e a lungo
da non potere negare
di realizzare un sogno visto che anche lei sogna di riposare
ed à per questo che si guarda intorno
cercando una compagna di caduta
che magari usi il suo dono apposta per lei.
Ho bisogno di una stella cadente ed è per questo che stasera sono qui
con questo gruppo di sognatori orizzontali
che scrutano il mistero celeste
come scruterebbero il mare
solo che guardando un po’ più in su.
E cerco di non sbattere le palpebre
la fortuna, si sa,
è questione di attimi.
E cerco di non smettere di credere
che un giorno, chissà,
anche gli ultimi saranno ottimi!
Per realizzare il mio sogno ho bisogno,
che in effetti è due volte un sogno,
dell’aiuto di una stella cadente
ed è per questo che sono sdraiato in un giardino
in una notte di calda estate,
calda l’estate non la notte,
la notte è fredda ed umida e so
come starò domani 10 agosto
col naso chiuso e la cervicale
a mostrarmi stelle nate con ausilio dell’umidità.
Ho bisogno di una stella cadente
e mi concentro mentre l’umido sconcentra
perciò anche sapendo che non devo
mi alzo per rimboccare il sacco a pelo
mi alzo ed immediatamente
sento il clamore:
la grande stella è dietro di me.
E chiudo gli occhi per percepire
l’energia, si sa, è questione di attimi.
E cerco di non smettere di credere
che un giorno, chissà,
anche gli utili saranno ottimi!