Cecilia Gonnelli

"Nina"

Vincitore

Premio Città di Recanati

V Ed. - 1994

Il testo

Nina è seduta da sola
lo sguardo lontano
ma dov’è chi la farà volare
la luna si riflette in un bicchiere

Guardo se è limpida l’acqua
gira, si ferma, è chiara e trasparente
mi specchio, sorrido a me stessa
un sorso e non resta più niente

Una regina mi chiama da dentro il bicchiere
sì, mi spia
è più bella, lei, lo so
ma ho sete e la regina mi berrò

Decisa in alto brilla già
anche la luna invadente ed importuna
e accanto una stella brilla già
è luminosa, com’è bella Nina balla
è volata là sulla luna

Un uomo alto e elegante nel terzo bicchiere
“So che vuoi, forse vuoi farti bere”
Davvero lo vorrei? Non lo so

Lui mi stringe forte tra le sue mani grandi
ma, non so, se voglio cadere
ho chiuso l’uomo dentro il bicchiere

Decisa in alto brilla già
anche la luna invadente ed importuna
veloce, senza fermarsi più
salta incede, danza, segue il ritmo, Nina
balla, con la sua stella va,
Nina balla e diventa bella Nina